I canali del digitale terrestre. Offerta sempre più segmentata

Digitale Terrestre Canali
Nuovi canali 2017 sul digitale terrestre. Continua la rivoluzione, tematica ma anche generalista, del DTT Italiano.

Dal suo avvento, il digitale terrestre ha cambiato le abitudini televisive degli italiani. La rivoluzione più importante, è avvenuta sul fronte della frammentazione dell’ offerta, e quindi degli ascolti. Se fino ad un decennio fa i canali tematici erano riservati alla tv a pagamento, su tutte Sky, oggi non è più così. Anche il digitale, pullula di tv tematiche. Le cosiddette born digital, reti televisive che trovano spazio solo nella nuova dimensione digitale e perlopiù tematiche. Verticali. La forza di questi canali sta proprio nella loro specificità. Nella certezza di trovare un programma di proprio gusto a qualsiasi ora della giornata, superando, almeno in parte, la logica del palinsesto.

Se ho voglia di cinema salto tra Iris, RaiMovie e Paramount Channel mentre se voglio vedere qualcosa di genere thriller o poliziesco, il mio zappino sarà tra TopCrime e Giallo. Insomma, il digitale terrestre tematico vive di generi e di abitudini televisive. E questo nell’ ultimo quinquennio ha rosicchiato pubblico televisivo sia a Mediaset Premium che a Sky. E ovviamente, ha tolto punti share ai classici generalisti. Le tv che fino agli inizi degli anni 2000 eravamo abituati a vedere, saltellando dall’ 1 al 7. Soprattutto le ammiraglie hanno perso ascolti, parliamo ovviamente di Rai1 e Canale5, proprio perché la presenza di canali validi è oggi davvero massiccia ed interessante. Attraente, in particolare, per il pubblico digitalizzato e per i millienials.

In questo panorama digitale merita una menzione speciale Discovery Italia, l’ editore che più di tutti ha approfittato della rivoluzione catodica, proponendo un ricco bouquet di canali free e che oggi si è imposto come terzo editore televisivo italiano, superando La7 di Cairo Editore. Il 2016 e il 2017 è il biennio però di nuovi lanci, nuovi canali digitali raccontati anche da siti specializzati come notizie digitale terrestre, e che renderanno ancora più complicato e diversificato il panorama televisivo. E non saranno solo tematiche le novità. Nel 2016 abbiamo assistito ad una nuova rivoluzione generalista, un format televisivo evidentemente ancora con del potenziale tutto da sfruttare. Sia Sky che la già citata Discovery, hanno occupato due posizioni privilegiate della LCN. Il numero 8, oggi occupato da Tv8 e il numero 9 occupato da NOVE di Discovery Media.

I nuovi canali generalisti del digitale terrestre

Al centro delle grandi novità ci saranno Tv8 e NOVE, due progetti nati per limitare lo strapotere Rai e Mediaset nel campo della televisione per tutta la famiglia, quella multi-genere e, appunto, generalista. I due gruppi media hanno i budget e il know how necessario per scalfire lo strapotere di Rai e Mediaset, lo storico duopolio televisivo italiano e hanno già assoldato personaggi di punta e vip della tv, per uscire dall’ 1% di share nel quale sono relegati dalla loro nascita. Programmi di forte richiamo e volti noti quindi, creeranno una nuova concorrenza, agguerrita, anche in questo settore. La televisione digitale terrestre però vedrà anche lo sbarco di Sony Tv che grazie ad un accordo con ReteCapri potrebbe accaparrarsi due frequenze, e trasmettere due canali gratuiti. L’ editore, lo ricordiamo, è già attivo in Italia con i canali AXN e AXN SCIFI presenti però in esclusiva sul bouquet a pagamento di Sky Italia.

Ultimo importante tassello del 2017, saranno gli over the top, gli streamer, come Netflix, sempre più entrati nelle abitudini televisive, ADSL permettendo, dei giovani telespettatori italiani. Sarà comunque molto interessante, vedere come si evolverà questo mercato mai come ora, dinamico ed estremamente fluido.