Marketing digitale, perché i video sono diventati così importanti

marketing-digitale-video

Il marketing digitale sta assistendo alla crescita inesorabile dei video e del loro valore: analizziamo le tendenze del momento ed esaminiamone i motivi.

Le piattaforme social sono sempre più orientate verso i video, che per molti aspetti rappresentano la nuova frontiera del marketing in ambito digitale. In base al rapporto Digital2020, i contenuti video vengono fruiti da 9 utenti su 10, mentre quasi l’80% dei dati che sono consumati con gli smartphone vengono utilizzati per i video in streaming. Nel 2020 in Italia ogni utente in media ha guardato video su Internet ogni giorno per ben 3 ore e 40 minuti. 

Le aziende scelgono i video

Anche le aziende hanno colto l’importanza dei video. I numeri di Wyzowl dimostrano che nel giro di 4 anni, e cioè dal 2016 ad oggi, è pressoché raddoppiato il ricorso ai video come strumento di marketing: era del 45% prima e adesso ha raggiunto l’86%. Sono molteplici i motivi per i quali l’impiego dei video è considerato una strategia di successo, ma di sicuro essi contribuiscono a incrementare il traffico sui siti web, al pari della lead generation e, quindi, delle vendite. 9 marketers su 10 si dichiarano contenti del return on investment, mentre tra chi non ha ancora cominciato a usufruire del video marketing più di 2 su 3 affermano che inizieranno a farlo entro breve.

Perché il video marketing è efficace

Che si tratti di video animati professionali, di tutorial, di interviste a esperti, di filmati con la realtà aumentata o di qualsiasi altro tipo di contenuto, il video marketing ha successo in primo luogo perché assicura agli utenti una fruizione immediata. Per i consumatori, lo sforzo è minimo, e in più le immagini si caratterizzano per un lato più umano grazie a cui l’audience ha l’opportunità di immedesimarsi in maniera più agevole. Di conseguenza, il legame con il marchio si rafforza. Ecco perché sono sempre di più i brand che decidono di puntare sulle campagne di video marketing con l’intento di coinvolgere il pubblico.

A che cosa servono i video

L’aspetto funzionale e pratico non deve essere sottovalutato. Per esempio, per conoscere un servizio o un prodotto i consumatori dimostrano di privilegiare i video ai testi, ai manuali, agli e-book o a qualsiasi altro contenuto che debba essere letto. 7 clienti su 10 optano per un video informativo invece che leggere delle informazioni in proposito. Per merito dei video, per di più, i contatti all’assistenza clienti sono calati di più del 40%.

Il fenomeno Tiktok

Negli ultimi tempi, nel mondo del video marketing è quasi esploso il fenomeno Tiktok, che nel 2020 ha conosciuto un successo clamoroso: anche per questo motivo attualmente sono in fase di testing i video più lunghi, fino a un massimo di 3 minuti, mentre fino ad ora la durata strategica che era stata scelta era di un minuto. In questo modo i creator hanno l’opportunità di caricare dei tutorial o dei contenuti promozionali sviluppati più a fondo.